Crea sito

CHANEL UN TOCCO DI CLASSE CON LE SNEAKERS

chanel

Chi lo ha detto che per essere sexy e glamour bisogna indossare scarpe con tacco alto?Sulla passerella haute couture del marchio francese, Karl Lagerfeld viene proposto uno stile più facile e furbo, con tessuti preziosi che diventano protagonisti. Niente tacchi ma largo alle snaekers con guardaroba sportivo ideale fatto di bomber, minigonne da tennis e giacchini olimpionici. La materia dei tessuti, la potenza dei ricami,  sottolineano un lavoro artigianale delle policromie di organze, ma d’altronde non potevamo aspettarci altro tutto ciò rispetta i  canoni di stile e di eleganza che si richiedono a una maison come Chanel.

Silvia.

Elf, matte lip color

Continua il nostro viaggio nel mondo dell’opaco e ci occupiamo del marchio elf, un marchio low cost che talvolta ci regala qualche soddisfazione!

In questo caso il rapporto qualità prezzo è un po’ altino, basta ricordare il matitone burlesque di cui abbiamo parlato nello scorso articolo, ma in generale il risultato è soddisfacente.

Il costo è di 4euro e 50 ed il finish, come dice il nome, è quello opaco.2014-01-07 23.03.54

I colori disponibili sono pochi e non adatti a tutte, il tutto aggravato dalla mancanza di un negozio monobrand dove andare a provare i prodotti.

Il mio giudizio, in finale, è comunque positivo: non secca le labbra, è comodo da portare dietro, ben pigmentato e la durata è buona, inoltre, il colore da me scelto (tea rose) mi piace molto.

 

Alessia

ASOS E PUMA

asos

Nuova collaborazione tra Asos e Puma che lanciano con  12 capi in jersey  per la primavera- estate 2014.Il logo PUMA è reinterpretato e riprodotto su felpe, tubini, e pantaloni da jogging mixando grafiche e geometriche con un effetto stampa lucido e high tech.I colori? Il rosso si mixa al nero, al bianco e al grigio, con tocchi metal  ma le stampe che uniscono animal print e graffiti urbani,   sono i veri protagonisti di queste capsule.

Silvia.

Naked 2, vi dico la mia

Questo post vuole essere solo una breve appendice ad il video http://www.youtube.com/watch?v=g7mKPaT-0xk che trovate già online sul nostro canale.

Tutte le immagini sono originali e scattate senza flash con luce naturale

Alessia

 

Kiko vs wjcon la sfida continua

Impossibile non paragonare le due aziende che, già all’immagine si riprendono a vicenda.

Personalmente ho conosciuto prima kiko, ma la wjcon vanta di essere sul marcato da 15 anni (qualcuna di voi ha notizie su dove fossero e cosa facessero prima di quest anno?).

E’ risaputa la mia preferenza e non nascondo che, nonostante l’accanita concorrenza di una kiko che sta alzando gli standard qualitativi, la wjcon riesce sempre a darmi qualcosa in più.

Eppure questa volta devo fare un’eccezione, i long lasting kiko e gli ombretti in stick di wjcon sono ben diversi.

Tempo fa feci un video confronto, dove, nonostante i colori più belli della wjcon, la kiko dimostrava una marcia in più, ma adesso che la kiko ha migliorato ulteriormente la consistenza e la gamma di colori (ora vastissima) non ci sono paragoni.2014-01-05 23.46.29Questo era il colore che preferivo tra gli stick wjcon, lo 07, un rosa con una forte punta di lilla ed ho deciso di tentare quello kiko che trovate sia a sinistra che a destra, mentre al centro c’è lo 07.

I colori sono identici, ma il 15 di kiko ha una durata migliore, una sfumabilità maggiore ed una resa nel complesso più incisiva rispetto a quello wjcon.

Alessia